Corso di Alta Formazione in Dialogo Interreligioso e Relazioni Internazionali

La Scuola Superiore di Studi Storici dell’Università degli Studi di San Marino e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “A. Marvelli” delle diocesi di Rimini e di San Marino-Montefeltro, d’intesa con il Servizio Nazionale per gli Studi superiori di Teologia e di Scienze Religiose della Conferenza Episcopale Italiana e la Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna, attivano a partire dall’anno accademico 2018-2019 la prima edizione del Corso di Alta Formazione in “Dialogo Interreligioso e Relazioni Internazionali”.

English Version

A partire da uno sguardo oggettivo sul fenomeno religioso, in grado di tenere insieme storicità e comparazione delle diverse culture religiose, il Corso si propone di elaborare una cultura, epistemologicamente fondata, del dialogo interreligioso, della convivialità e delle relazioni internazionali, presupposti imprescindibili per arginare ogni forma di radicalismo e di fondamentalismo o di scontro tra le civiltà.
Questo percorso accademico rivolge una particolare attenzione all’Area balcanica e all’Area mediterranea, anche al fine di favorire uno sviluppo innovativo e concreto di reti di solidarietà, di promozione della pace e della convivenza interreligiosa e interculturale. La proposta nasce inoltre dalla convinzione che l’Europa Unita, come entità politica e culturale, oltre che economica e sociale, giochi il suo futuro in un rinnovato dialogo conoscitivo con il suo Oriente e che soltanto a partire dalla reciproca conoscenza sia possibile l’incontro tra le diverse culture religiose europee d’Oriente e d’Occidente in vista di una rinnovata identità europea.
La conoscenza religiosa, il dialogo e il confronto costruttivo tra le diverse comunità socio-religiose rivestono oggi un ruolo cruciale non solo dal punto di vista culturale e spirituale, ma anche sociale, politico e delle relazioni internazionali, assumendo una particolare rilevanza nei processi di integrazione e pacificazione.
Il percorso formativo ha durata biennale, per complessivi 60 ECTS (crediti universitari), equivalenti a un Master universitario di I livello.

Scarica la brochure del Corso in formato pdf

FINALITÀ E METODOLOGIA
Il Corso di Alta Formazione intende offrire un’accurata preparazione specialistica nel campo della conoscenza delle grandi Religioni dell’umanità, delle loro interconnessioni e interrelazioni con i diversi contesti geopolitici e culturali. Si intende pertanto fornire le specifiche competenze, metodologie e tecniche necessarie per affrontare scientificamente le sfide e i mutamenti inerenti al rapporto tra religioni, culture e società a partire da una rigorosa ermeneutica delle fonti, delle tradizioni e del loro sviluppo storico-culturale nel contesto contemporaneo.
L’obiettivo è quello di comprendere da un punto di vista sistematico e organico le diverse manifestazioni e i bisogni attuali dell’homo religiosus, il ruolo pubblico e politico crescente che le Religioni si trovano a ricoprire nel mondo globalizzato, senza distaccare artificialmente l’elaborazione teologica propria a ogni tradizione religiosa dalla concreta capacità attuale di porsi in relazione con le culture dell’umanità e con le grandi sfide del nuovo millennio.
Il percorso formativo intende pertanto esplorare le forme antropologiche, culturali, linguistiche, filosofiche, teologiche e mistiche delle diverse tradizioni religiose al fine di comprendere più a fondo le radici delle diverse civiltà e identità culturali, il loro sviluppo storico-politico, la loro diffusione e il loro influsso.
Un ulteriore obiettivo è quello di generare autonome capacità di ricerca nel settore della storia religiosa e delle altre discipline attinenti al fenomeno religioso, con particolare riferimento allo studio della pluralità degli ordinamenti etico-giuridici e politici (religiosi e secolari) presenti nella società contemporanea.
Il metodo si propone di tenere insieme i nessi tra identità e differenza, tra dimensione personale e dimensione pubblica del fatto religioso, anche al fine di favorire una riscoperta più fondata delle scelte di fronte alle sfide che il pluralismo e la globalizzazione hanno posto e pongono ad ogni Religione, in primis al Cristianesimo.

DESTINATARI, REQUISITI E PROFILI PROFESSIONALI
Il Corso di Alta Formazione si rivolge in particolare a coloro che operano o intendono operare in settori strategici delle relazioni internazionali, del dialogo interreligioso e interculturale, e necessitano di una formazione specifica nell’ambito della conoscenza delle grandi culture e tradizioni religiose dell’umanità.
Per la sua unicità ed organicità di approccio al fenomeno religioso esteso anche all’attualità sociale e politica, esso si rivolge inoltre a tutti coloro che nell’esercizio della propria attività sono sollecitati ad acquisire specifiche competenze in ambito interreligioso e interculturale.
In particolare a:
– Laureati e Dottorandi di Storia contemporanea e di Storia del Cristianesimo.
– Laureati in Scienze Teologiche.
– Laureati e Dottorandi in Storia delle Religioni, Filosofia delle Religioni, Religioni orientali.
– Laureati e Dottorandi in Discipline Giuridiche, Relazioni Internazionali, Storia delle Dottrine Politiche, et similia.
– Laureati e Dottorandi in Lettere e Filosofia ed in Scienze politiche.
– Giovani Diplomatici provenienti da tutta l’Area dei Balcani e del Mediterraneo.
– Operatori nell’ambito del Dialogo Ecumenico ed Inter-Religioso.
– Operatori delle Relazioni Internazionali, del mondo del Volontariato, etc.

Potranno iscriversi al Corso di Alta Formazione coloro che dispongono di una Laurea triennale, preferibilmente in scienze storiche, giuridiche, letterarie e filosofiche. Saranno ammessi inoltre coloro che sono in possesso della Laurea triennale in scienze religiose, del Baccalaureato in Teologia, di un Magistero in scienze religiose; i docenti di religione cattolica (nella scuola secondaria di I e II grado), i docenti di diritto, storia e filosofia e di altre discipline umanistiche.
L’offerta formativa è orientata a preparare alcune figure di esperti con competenze specifiche nel settore emergente del dialogo interreligioso e interculturale, in connessione soprattutto alle relazioni internazionali e alle organizzazioni complesse che caratterizzano le società globalizzate e postmoderne. L’attenzione è rivolta in particolare ai seguenti profili professionali:
– Ricercatori in Scienze religiose operanti nelle Università europee e dei Paesi dell’Area balcanica e dell’Area mediterranea.
– Membri del Corpo Diplomatico e Consolare dei Paesi europei, dell’Area balcanica e dell’Area mediterranea.
Esperti e consulenti internazionali nel settore delle relazioni internazionali, delle politiche culturali e di integrazione sociale.
– Mediatori culturali in grado di porsi come soggetto integratore all’interno dei diversi settori istituzionali (servizi sociali di accoglienza; centri per immigrati o rifugiati; istituzioni economiche e/o sindacali; ecc.).
– Educatori e/o docenti specializzati nel settore della formazione/educazione al dialogo interreligioso e interculturale.
– Ricercatori universitari e operatori specializzati nell’ambito delle relazioni internazionali (politiche, istituzionali, umanitarie, ecc.).
– Responsabili di progetti formativi/educativi di integrazione e di sviluppo;
– Docenti di Religione Cattolica e di Storia delle Religioni;
– Esperti di comunicazione nel settore interreligioso e interculturale;
– Operatori specializzati in progetti internazionali di pacificazione, di dialogo interreligioso e di volontariato internazionale.
– Referenti responsabili di progetti di educazione alla mondialità, all’inclusione sociale e all’integrazione culturale.

PARTECIPANTI
Il Corso di Alta Formazione è a numero chiuso e possono iscriversi fino a 35 studenti, ma potrà essere attivato solo con un minimo di 15 iscritti. Laddove il numero delle domande di ammissione superasse il tetto massimo previsto, un’apposita commissione attuerà una selezione dei corsisti. Per effettuare tale selezione, a completamento della documentazione presentata con la domanda, potrà essere richiesto ai singoli candidati di sostenere un colloquio preliminare.

STRUTTURA E OFFERTA FORMATIVA
Il biennio si svolge in modo ciclico e ci si può iscrivere in qualsiasi Anno Accademico. Il piano di studi è strutturato su 2 anni (anno A e B) e prevede i seguenti corsi e docenti:

ANNO A

Corsi fondamentali e Docenti ECTS Ore di
lezione
Storia e fenomenologia delle Religioni
Prof. Adolfo Morganti (ISSR. “A. Marvelli”)
3 21
Soteriologia e mistica nelle grandi Religioni
Prof. p. Guglielmo Spirito (Istituto Teologico di Assisi)
3 21
Storia e teologia dell’ecumenismo
Prof. Riccardo Burigana (Centro Studi per l’Ecumenismo in Italia, Venezia)
3 21
Ebraismo: storia, cultura e relazioni internazionali
Prof. Piero Stefani (Facoltà Teologica Italia Settentrionale, Milano); Prof.sa Elena Cecchi (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
Islam e Occidente: storia, cultura e relazioni internazionali
Prof. Franco Cardini (Scuola Superiore di Studi Storici, Università di San Marino)
3 21
Filosofia del dialogo e della cultura
Prof. Nevio Genghini (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
Cristianesimo e dialogo interreligioso
Prof. Brunetto Salvarani (Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna, Bologna)
3 21
Relazioni internazionali e Religioni: area Eurasiatica e Medio Oriente
Prof. Aldo Ferrari (Università Cà Foscari, Venezia)
3 21
Attività seminariali 5 35
TOTALE ANNUALE 29 203  

Attività seminariali previste anche in collaborazione con la Scuola Superiore di Studi Storici nell’anno A:

  • Bibbia, Teologia e Religioni – Prof. Giuseppe Bellia (Facoltà Teologica della Sicilia – Palermo) Prof. Carmelo Dotolo (Pontificia Università Urbaniana)
  • Fondamentalismi e Secolarizzazione oggi – Prof. Piergiorgio Grassi (Università degli Studi di Urbino)
  • Modelli di evangelizzazione in Cina, tra passato e presente – Prof. Antonio Olmi (Facoltà Teologia Emilia-Romagna – Bologna)
  • Le Chiese Orientali Cattoliche: storia ed attualità – S.E. Mons. Mtanious Hadad (Rettore Basilica Santa Maria in Cosmedin)
  • Cristianesimo, Diritti umani e culture nell’area balcanica – Prof. Ennio Grassi (Comitato scientifico dell’Osservatorio Balcani e Caucaso)
  • Le Religioni nella nuova Europa – Prof.sa Luisa Chiodi (Direttrice scientifica dell’Osservatorio Balcani e Caucaso)
  • L’Arte nelle grandi Religioni – Prof. Alessandro Giovanardi (ISSR “A. Marvelli” – Rimini)

ANNO B

Corsi fondamentali e Docenti ECTS Ore di
lezione
Protestantesimo: storia, teologia e relazioni internazionali
Prof. Fulvio Ferrario (Facoltà Teologica Valdese, Roma)
3 21
Ortodossia: storia, teologia e relazioni internazionali
Prof. Natalino Valentini (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
Sociologia delle Religioni monoteiste
Prof. Enzo Pace (Università degli Studi di Padova)
3 21
Religioni dell’estremo Oriente: Buddhismo, Induismo, Shintoismo
Prof. Guido Zanderigo (Venetian Academy of Indian Studies, Venezia)
3 21
Le Religioni nell’epoca moderna e contemporanea
Prof. Adolfo Morganti (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
Relazioni internazionali e Religioni: area balcanica e centroeuropea
Prof. Laris Gaiser (Università Cattolica, Milano)
3 21
Relazioni internazionali e Religioni: area orientale e mediterranea
Prof. Franco Cardini (Scuola Superiore di Studi Storici, Università di San Marino)
3 21
Attività seminariali 5 35
TOTALE ANNUALE 26 182  

Attività seminariali previste anche in collaborazione con la Scuola Superiore di Studi Storici nell’anno B:

  • L’Ortodossia nella nuova Europa– Prof. Adriano Roccucci (Università degli Studi Roma Tre)
  • Questioni di Bioetica in prospettiva interreligiosa– Prof. Gabriele Raschi (ISSR “A. Marvelli” – Rimini)
  • Esperienze di dialogo ecumenico– Prof. Riccardo Burigana (Centro Studi per l’Ecumenismo in Italia – Venezia)
  • Dialogo tra Cattolicesimo e Chiese della Riforma– Prof. Lubomir Žak (Pontificia Università Lateranense) Prof. Eilert Herms (Facoltà Teologica Evangelica – Università di Tübingen)
  • Cristianesimo, pluralismo e laicità nel pensiero contemporaneo– Prof. Andrea Aguti (Università degli Studi di Urbino)
  • Cristianesimo e Islam: un confronto Cristologico (in collaborazione con il Centro Culturale Islamico di Roma)
  • Cristianesimo, Buddhismo ed Induismo– M°. Taiten Guareschi (Monastero buddhista zen Fudenji – Parma)
  • Religioni e Istituzioni comunitarie – Prof. Massimiliano Zarri (Incaricato Relazioni con l’Unione Europea)
Riepilogo Biennio ECTS Ore
Corsi I anno 24 192
Corsi II anno 21 168
Seminari I e II anno 10 70
Elaborato finale 5 35
TOTALE CREDITI 60 420

IL COMITATO SCIENTIFICO
Franco Cardini (presidente), Natalino Valentini (Coordinatore), Riccardo Burigana, Carmelo Dotolo, Aldo Ferrari, Piergiorgio Grassi, S.E. Mons. Mtanis Haddad, Mislav Jezič, p. Antonio Olmi, Adriano Rossi, Brunetto Salvarani, p. Guglielmo Spirito, Lubomir Žak.

COORDINAMENTO (REFERENTI ISTITUZIONALI E OPERATIVI)
Console Adolfo Morganti (Coordinatore generale); Prof. Natalino Valentini (Direttore ISSR “A. Marvelli”); Prof. Ennio Grassi (Coordinatore rapporti istituzionali con i Paesi dell’Area Balcanica).

I DOCENTI
Oltre alla qualificata équipe di docenti specialisti coinvolti nell’attività didattica ordinaria, gran parte dei quali già operanti in ambito accademico nazionale e internazionale, la Scuola si avvale annualmente dell’apporto didattico e scientifico di altri esperti e studiosi di provata rilevanza scientifica internazionale, nonché di qualificati esponenti e testimoni delle Chiese Ortodosse, delle Confessioni Riformate e delle diverse tradizioni religiose Ebraiche, Islamiche, Buddhiste, Induiste e Shintoiste in qualità di visiting professors.

ORARI
Orario delle lezioni – Corso di Alta Formazione AA 2018-19

ORGANIZZAZIONE DEI CORSI (LEZIONI)
Le lezioni dei corsi fondamentali si svolgeranno presso la sede dell’Istituto. L’attività didattica sarà integrata con la partecipazione a giornate di studio, seminari e laboratori, che potranno essere ospitati presso altre sedi (Scuola Superiore di Studi Storici – Università della Repubblica di San Marino; Castelli di Città, di Domagnano e di Serravalle della Repubblica di San Marino; Fondazione Paneuropea della Repubblica di San Marino).
Le lezioni sono concentrate in un solo giorno settimanale in orario pomeridiano-serale, da ottobre a maggio.

Articolazione Orari di lezione Giorni / settimane / periodi
2 Anni (ottobre – maggio) 6 ore settimanali concentrate su 1 solo giorno: il lunedì (dalle 17,10 alle 22,25) Le attività integrative (Convegni, Seminari, Laboratori ecc.) saranno concentrate prevalentemente il sabato mattina

TITOLO FINALE
Il conseguimento del titolo finale richiede il completamento del percorso formativo con relativi obblighi di frequenza (2/3 di tutte le attività proposte), oltre al superamento della prova finale, previa acquisizione dei crediti previsti dal presente ordinamento.
Le modalità di svolgimento della prova finale verranno definite in sede di Regolamento didattico. Alla prova finale vengono attribuiti 5 ECTS.
Il titolo di Diploma universitario di Alta Formazione in Dialogo Interreligioso e Relazioni Internazionali viene rilasciato congiuntamente dall’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose, sulla base del Protocollo d’intesa sottoscritto tra le due istituzioni e che sarà definitivamente implementato.

ISCRIZIONI
Le iscrizioni sono aperte dal 1 giugno al 15 ottobre 2018. La quota di iscrizione, per ogni anno accademico, è di € 1.200,00, da versarsi in due (o tre) rate. Per alcuni studenti provenienti dall’Area Balcanica sono previste delle borse di studio a sostegno del percorso formativo.
Nel caso in cui vi fossero studenti provenienti da fuori sede (da altre Regioni d’Italia o da altri Paesi) potrà essere verificata la possibilità di predisporre una foresteria che offra ospitalità, vitto e alloggio per l’intera durata del percorso di studio.

Le iscrizioni si raccolgono presso la Segreteria dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “A. Marvelli”, Via Covignano n. 265, 47923 Rimini.
Tel. e fax 0541.751367
email: segreteria@issrmarvelli.it

PATROCINI
Il Corso di Alta Formazione si avvale del Patrocinio delle seguente Istituzioni:

  • Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna (Bologna)
  • Ufficio Nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della CEI (Roma)
  • Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa (Trento)
  • Università Cattolica “Nostra Signora del Buon Consiglio”, Tirana (Albania)
  • Centro Studi per l’Ecumenismo in Italia (Venezia)
  • Associazione Internazionale di Studi per il Mediterraneo e l’Oriente – ISMEO (Roma)
  • Istituto Teologico di Assisi (ITA)
  • La Piccola Famiglia dell’Assunta – Montetauro (Cooperativa sociale – Rimini)
  • Dipartimento di Scienze Islamiche della Beder University di Tirana (Albania)
  • Venetian Academy of Indian Studies – VAIS (Venezia)
  • Museo Interreligioso di Bertinoro (Forlì-Cesena)


Advanced Study Course in Interreligious dialogue and International relations

IDENTITY
The Scuola Superiore di Studi Storici of the University of San Marino and the Istituto Superiore di Scienze Religiose “A. Marvelli” of the dioceses of Rimini and San Marino-Montefeltro, in agreement with the National Service for Higher Studies in Theology and Religious Sciences of the Bishops’ Conference of Italy and the Theology University of Emilia-Romagna, will hold, as of the academic year 2018-2019, the Ist edition of the Advanced Study Course in “Interfaith Dialogue and International Relations”.
From an objective approach to the religious phenomenon, capable of holding together historicity and comparison of the different religious cultures, the Course aims at elaborating an epistomologically founded culture of interreligious dialogue, conviviality and International relations, as these are essential premises to stem any form of radicalism and fundamentalism or clash of civilisations.
The Course will particularly focus on the Balkan and Mediterranean Areas, also in view of fostering an innovative and concrete development of networks of solidarity, promotion of peace as well as interreligious and intercultural cohabitation. The initiative also originates from the conviction that a United Europe in terms of politics, culture, economics and social entity is staking its future in a renewed dialogue with the East and that only mutual understanding can make it possible for the different Eastern and Western European religious cultures to meet in view of a renewed European identity.
Nowadays knowledge of religion, dialogue and constructive confrontation between the various social and religious communities play a major part culturally and spiritually as well as socially and politically, including the issue of International relations, while at the same time becoming a major stake-holder in the integration and pacification processes.
The Course will be taught over a two year period for a total of 60 ECTS (University Credit Units), corresponding to a First Level Master’s Degree.

SCOPE AND METHODS
The Advanced Study Course is designed to offer an accurate specialised knowledge of the major Religions, how they interconnect and interrelate with the different geopolitical and cultural contexts. The intention is therefore to provide the specific skills, methods and techniques required to scientifically face the challenges and the changes regarding the relation between religions, cultures and societies by studying the hermeneutics of sources, traditions and their historical and cultural development in the contemporary context.
The objective is to therefore to provide a systematic and organic understanding of the various expressions and present-day needs of the homo religiosus, the increasing public and political part that Religions find themselves playing in our global world, without ever artificially separating the theological elaboration pertaining to every religious tradition from the concrete present capacity to relate to the cultures of mankind and the major challenges of the new millennium.
The syllabus will explore the anthropological, cultural, linguistic, philosophical, theological and mystical aspects of the various religious traditions in order to get a deeper understanding of the roots of the various civilisations and cultural identities, their historical and political developments, their spread and influence.
Furthermore it will seek to generate autonomous research skills in the field of religious history and other disciplines relating to the religious phenomenon, with particular reference to the study of the many ethical, legal and political (both religious and secular) systems that are present in our contemporary society.
The method envisaged will be that of holding together the relations between identity and difference, between personal and public dimensions of religion, also in order to foster a more grounded rediscovery of choices in the face of the challenges that pluralism and globalisation have presented and continue to present to each and every Religion, and in primis to Christianity.

RECIPIENTS, REQUISITES AND PROFESSIONAL PROFILES
The Advanced Study Course is particularly suited to those who operate or who intend to operate in strategic sectors of International relations as well as interreligious and intercultural dialogue and who require specific training in the knowledge of major cultures and religious traditions of mankind.
Thanks to its unique and systematic approach to the religious phenomenon, broadened to include the current social and political context, the course also addresses the needs of professionals who require specific interreligious and intercultural skills.
In particular to:
– Graduate and Post Graduate students in Contemporary History and History of Christianity
– Graduate students in Theological Studies
– Graduate and Post Graduate students in History of Religions, Philosophy of Religions, Eastern Religions
– Graduate and Post Graduate students in Law Studies, History of International Relations, History of Political Theories, et similia
– Graduate and Post-Graduate in Literature and Philosophy as well as Political Science
– Young Diplomats from the whole Balkan and Mediterranean area
– Operators involved in Ecumenical and Interfaith Dialogue
– Individuals working in the field of International relations, Voluntary organisations, etc.

Anyone with a three-year Degree preferably in History, Law, Literature and philosophy may enrol in this Advanced Study Course. Holders of a three-year Degree in Religious Studies, a Baccalaureate in Theology, a five-year Degree in Religious Studies, teachers of Catholic Religious Education in secondary schools (pupils aged 11-19), teachers of Law, History, Philosophy and other Humanistic Studies may also enrol.
The syllabus is oriented to training expert professionals with specific skills in the emerging sector of interreligious and intercultural dialogue, mostly in connection with International relations and complex organisations that characterise our globalized post-modern societies. The course was particularly designed for the following professional profiles:
– Researchers in Religious Science from Universities based in Europe as well as in the Balkan and Mediterranean Area
– Members of the Diplomatic and Consular Corps of European countries as well as Balkan and Mediterranean Area
– International experts and consultants in the field of International relations, cultural policies and social integration
– Intercultural mediators capable of playing an active part as integrating players within various institutions (social services and shelters in charge of migrants and asylum seekers, economic institutions, trade unions, etc.)
– Trainers and/or teachers specialising in interreligious and intercultural dialogue training
– University researchers and operators specialising in International (political, institutional, humanitarian, etc.) relations
– Project Managers in charge of integration and development training/educational programmes
– Teachers of Catholic Religion and History of Religions
– Experts in interreligious and intercultural communication
– Operators specialised in International projects relating to peace-enforcing, interreligious dialogue and International voluntary work
– Co-ordinators in charge of projects relating to global awareness education, social inclusion and cultural integration.

PARTICIPANTS
The number of applicants to the Advanced Study Course will be limited to 35 students and the course will be activated only upon reaching a minimum of 15 students. Should the number of applicants exceed the maximum threshold envisaged, a commission will be set up for the purpose of selecting participants. Beside the documentation attached to the application, a preliminary interview with individual applicants may be required in order to carry out said selection.

ORGANISATION AND SYLLABUS
The two-year Course will be held in cycles and enrolment may take place in any Academic Year. The study programme is organised over a two-year period (Year A and Year B) and includes the following courses and lecturers:

YEAR A

Major Courses and Lecturers ECTS Numbers of lectures
History and Phenomenology of Religions
Prof. Adolfo Morganti (ISSR. “A. Marvelli”)
3 21
Soteriology and mysticism of major Religions
Prof. p. Guglielmo Spirito (Institute of Theology of Assisi)
3 21
History and Theology of Ecumenism
Prof. Riccardo Burigana (Institute of Ecumenical Studies, Venice)
3 21
Hebraism: History, Culture and International Relations
Prof. Piero Stefani (Theological University of Northern Italy, Milan); Prof.sa Elena Cecchi (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
Islam and the Western World: History, Culture and International Relations
Prof. Franco Cardini (Scuola Superiore di Studi Storici, University of San Marino)
3 21
Philosophy of Dialogue and Culture
Prof. Nevio Genghini (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
Christianity and Interreligious Dialogue
Prof. Brunetto Salvarani (Theological University of Emilia Romagna, Bologna)
3 21
International Relations and Religions: Eurasia and the Middle East
Prof. Aldo Ferrari (International Relations and Religions: Eurasia and the Middle East)
3 21
Seminars 5 35
TOTAL PER YEAR 29 203  

Seminars held also in collaboration with the Scuola Superiore di Studi Storici for the Academic Year A:

  • Bible, Theology and Religions– Giuseppe Bellia (Facoltà Teologica della Sicilia – Palermo) Prof. Carmelo Dotolo (Pontificia Università Urbaniana)
  • Fundamentalisms and Secularisation today– Prof. Piergiorgio Grassi (Università degli Studi di Urbino)
  • Models of evangelisation in China, between Past and Present– Prof. Antonio Olmi (Facoltà Teologia Emilia-Romagna – Bologna)
  • Eastern Catholic Churches: history and latest developments– S.E. Mons. Mtanious Hadad (Rettore Basilica Santa Maria in Cosmedin)
  • Christianity, Human rights and Cultures in the Balkan Region– Prof. Ennio Grassi (Comitato scientifico dell’Osservatorio Balcani e Caucaso)
  • The Religions in the New Europe– Prof.sa Luisa Chiodi (Direttrice scientifica dell’Osservatorio Balcani e Caucaso)
  • Art in major Religions – Prof. Alessandro Giovanardi (ISSR “A. Marvelli” – Rimini)

YEAR B

Major Courses and Lecturers ECTS Numbers of
lectures
Protestantism: History, Theology and International Relations
Prof. Fulvio Ferrario (Waldensian Faculty of Theology, Rome)
3 21
Orthodoxy: History, Theology and International Relations
Prof. Natalino Valentini (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
Sociology of Monotheist Religions
Prof. Enzo Pace (Padua University)
3 21
Religions of the Far East: Buddhism, Hinduism, Shintoism
Prof. Guido Zanderigo (Venetian Academy of Indian Studies, Venice)
3 21
Religions in Modern and Contemporary Era
Prof. Adolfo Morganti (ISSR “A. Marvelli”)
3 21
International Relations and Religions: Balkan and Central European Area
Prof. Laris Gaiser (Catholic University, Milan)
3 21
International Relations and Religions: Eastern Europe and Mediterranean Area
Prof. Franco Cardini (Scuola Superiore di Studi Storici, University of San Marino)
3 21
Seminars 5 35
TOTAL PER YEAR 26 182  

Seminars held also in collaboration with the Scuola Superiore di Studi Storici for the Academic Year B:

  • Orthodoxy in the New Europe– Prof. Adriano Roccucci (Università degli Studi Roma Tre)
  • Questions of Bioethics in interreligious perspective– Prof. Gabriele Raschi (ISSR “A. Marvelli” – Rimini)
  • Experience of Ecumenical Dialogue– Prof. Riccardo Burigana (Centro Studi per l’Ecumenismo in Italia – Venezia)
  • Dialogue between Catholicism and Reformed Churches– Prof. Lubomir Žak (Pontificia Università Lateranense) Prof. Eilert Herms (Facoltà Teologica Evangelica – Università di Tübingen)
  • Christianity, Pluralism and Secularism in contemporary thinkers– Prof. Andrea Aguti (Università degli Studi di Urbino)
  • Christianity and Islam: a Christological comparison(in collaboration with the Islamic Cultural Centre of Rome)
  • Christianity, Buddhism and Hinduism– M°. Taiten Guareschi (Monastero buddhista zen Fudenji – Parma)
  • Religions and Community Institutions – Prof. Massimiliano Zarri (Incaricato Relazioni con l’Unione Europea)
Two-Year Overview ECTS Hours
1st Year Courses 24 192
2nd Year Courses 21 168
1st and 2nd Year Seminars 10 70
Final Paper 5 35
TOTAL CREDITS 60 420

SCIENCE COMMITTEE
Franco Cardini (Head), Natalino Valentini (Coordinator), Riccardo Burigana, Carmelo Dotolo, Aldo Ferrari, Piergiorgio Grassi, S.E. Mons. Mtanios Haddad, Mislav Jezič, Fr. Antonio Olmi, Adriano Rossi, Brunetto Salvarani, Fr. Guglielmo Spirito, Lubomir Žak.

COORDINATION (INSTITUTIONAL AND OPERATIONAL CONTACT PERSONS)
Consul Adolfo Morganti (Overall Coordinator); Prof. Natalino Valentini (Head of “A. Marvelli” ISSR); Prof. Ennio Grassi (Coordinator for institutional relations with Balkan countries).

LECTURERS
In addition to its qualified team of specialist lecturers involved in the day-to-day teaching programmes, most of them with ongoing National and International academic records, every year the Scuola can rely on the teaching and scientific contribution of experts and scholars of proven International academic relevance. Distinguished representatives of Orthodox Churches, Reformed Denominations as well as Judaism, Islam, Buddhism, Hinduism and Shinto religious traditions are also engaged as visiting professors.

COURSE ORGANISATION (LECTURES)
Major Course Lectures will be held on the “A. Marvelli” ISSR premises in Rimini. Lectures will be supplemented with full-day study sessions, seminars and workshops that may be held on other premises (Scuola Superiore di Studi Storici – University of the Republic of San Marino; Castelli (Municipalities) of Città, Domagnano and Serravalle of the Republic of San Marino; Pan-European Trust of the Republic of San Marino).
Lectures will be conveniently held on one day a week afternoon and evening hours, from October to May.

Course Programme Timetable Days / weeks / periods
2 years (October – May) 6 hours a week on a single day: Monday (from 5.10 p.m. to 10.25 p.m.) Extra activities (Conferences, Seminars, Workshops, etc.) will be mostly held on Saturday mornings

FINAL DEGREE
The Final Degree will be awarded upon completion of the course of study, attendance of which is mandatory (2/3 of all course work) as well as passing the final paper, after gaining the credits envisaged for the course itself.
Conditions for taking the final paper will be defined in the Education Regulations. 5 ECTS are allocated to the final paper.
The Advanced Study University Degree in Interreligious Dialogue and International Relations is awarded by the University of the Republic of San Marino and the Istituto Superiore di Scienze Religiose, based on the Memorandum of Understanding signed by both partner Institutions and which will be implemented permanently.

APPLICATIONS
Applications are open from June 1st to October 15th 2018. Enrolment fees are € 1,200.00 per Academic Year and may be paid in two (or three) instalments. Some scholarships are available for students from the Balkan Area.
Accommodation including board and lodgings can be made available to students coming from other regions of Italy or from other Countries for the entire study period, upon request and subject to availability.

Please submit your application to: Segreteria dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “A. Marvelli”, Via Covignano n. 265, 47923 Rimini.
Tel. & fax (39) 0541 751367
e-mail address: segreteria@issrmarvelli.it

PATRONAGE
The Advanced Study Course is placed under the Patronage of the following Institutions:

  • Theological University of Emilia-Romagna Region (Bologna)
  • National Office for Ecumenism and Interreligious Dialogue of the Bishops’ Conference of Italy (Rome)
  • Trans-Eureopean Observatory of Balkans and Caucasian Area (Trento)
  • Catholic University “Our Lady of Good Counsel”, Tirana (Albania)
  • Study Centre for Ecumenism in Italy (Venice)
  • International Association for Mediterranean and Eastern Studies – ISMEO (Rome)
  • Theology Institute of Assisi (Italy)
  • La Piccola Famiglia dell’Assunta – Montetauro (Social Cooperative)
  • Department of Islamic Studies of Beder University in Tirana (Albania)
  • Venetian Academy of Indian Studies – VAIS (Venice)
  • Interreligious Museum of Bertinoro (Forlì-Cesena)

Lascia un commento